<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=2062155644083665&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

 

Oggi vogliamo raccontarvi le #Vitecoraggiose dei Dottor Sogni, attravervo le testimonianze dei familiari di alcuni bambini assistiti dai Dottor Sogni, dottori "speciali"  che si prendono cura di loro durante la degenza o nel pre/post ricovero. Perchè i Dott Sogni sono persone speciali?

I Nonni di Angelo:

“Siamo i nonni di Angelo, abbiamo vissuto un lungo periodo all'Istituto BESTA, qui la nostra sofferenza è stata tanta, troppa..... Abbiamo dovuto accettare l'idea che la malattia di Angelo non avesse una cura e questo non ci dava pace, abbiamo sperato che tutto andasse a buon fine, ma così non è stato. In questo lungo e buio periodo vissuto al BESTA ci sono stati anche dei momenti “sereni", fatti di allegria e di sostegno morale. Venivano PERSONE SPECIALI che creavano momenti magici in cui i bambini riuscivano a divertirsi regalandoci i loro meravigliosi sorrisi, la loro allegria. Ci hanno donato attimi di leggerezza in un clima pesante, non solo ai bambini, ma soprattutto a noi adulti. Siamo grati a loro per il lavoro che svolgono sempre con grande rispetto e umanità verso chi soffre. Con l'aiuto della loro presenza abbiamo cercato di accantonare la tristezza che copriva i nostri cuori. Vi siamo grati per ogni sorriso regalato e per ogni lacrima asciugata, la vostra presenza in questi luoghi è un dono prezioso, grazie di esistere!"

Nonni di Angelo

Papà di Lorenzo:

“Caro Dr Ragù, voglio ringraziare ancora una volta TE e anche il Dr Apollo, il Dr Supergiù e la Dr.ssa Cinciampa per quello che fate, non solo per Lorenzo...Tra le tante lacrime che versiamo noi genitori costretti a vedere i nostri figli soffrire, voi riuscite a trasformarne almeno un po' in lacrime di gioia, nel vederli per quei pochi minuti felici, assolutamente dimentichi di essere in un letto d'ospedale. Lorenzo continua a scattare "foto bagnate" a chiunque si avvicini al suo letto e a raccontare di come quella macchinetta fotografica gli sia stata regalata da un VERO pagliaccio, ormai suo amico....Un abbraccio di cuore, con gratitudine.”

Papa di Lorenzo

Pasqualina, mamma di Lara:

“L’affettuoso bradipo della Dottoressa Bonsai ha accompagnato Lara in sala operatoria, stemperando magicamente la tensione accumulata prima dell'intervento. A Lara che aveva bisogno di cure è stato affidato il compito di occuparsi di "brandy" e così facendo, è entrata dall'altra parte della vetrata in modo più sereno. Un semplice grazie non è sufficiente per ricompensare la vostra opera fatta di umanità, sensibilità, devozione ed empatia. Dott.ssa Bonsai sei stata meravigliosa!”. 

Pasqualina, mamma di Lara

 

E le storie, non finiscono qua...


New call-to-action