<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=2062155644083665&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

5' di lettura

Secondo L’ OMS, nel mondo oltre 1,5 miliardi di adulti sono in eccesso di peso. Di questi, 200 milioni sono rappresentati da uomini e circa 300 milioni da donne.

In Italia l’obesità è un fenomeno in preoccupante aumento: +25% dal 1994 ad oggi. Secondo il rapporto Osservasalute dell’ISTAT, nel nostro Paese più di un terzo della popolazione adulta è in sovrappeso, pari al 36%, mentre 1 persona su 10 è considerata obesa, con un indice di circa il 10%.

Che cos’è l’obesità? Quali sono le cause e i rischi per la salute? Come si può prevenire tale patologia? In questo nuovo articolo a tema alimentazione e salute, parleremo di:

 

Il tema dell'alimentazione e del benessere ti interessa? Vuoi scoprire queste e altre curiosità? Clicca sul link ed entra a far parte della nostra community su Facebook! In ABC salute scoprirai consigli, curiosità e approfondimenti insieme ai nostri esperti! 

 

Entra a far parte della community ABC salute! 

 

1. Che cos'è l'obesità?

L’obesità mondiale è quasi triplicata dal 1975 ed è definita dall’OMS - Organizzazione Mondiale della sanità come uno dei principali problemi di salute pubblica mondiale, affermando che sovrappeso e obesità sono tra i più importanti fattori di rischio di mortalità globale. La stima dei decessi attribuibili all’obesità sono almeno 2,8 milioni all’anno nel mondo tra adulti, bambini e adolescenti.

Cos’è? È definita come una condizione caratterizzata da un eccesso di peso corporeo legato ad un accumulo di tessuto adiposo o grasso corporeo, causato da un’alimentazione scorretta, da una vita sedentaria… più in generale da uno stile di vita sbagliato.

Esistono due tipologie di obesità:

  • Obesità androide, detta anche “centrale”. Il grasso si accumula a livello viscero-addominale, portando a diverse complicanze metaboliche e un corpo detto “a mela”;
  • Obesità ginoide, detta anche “periferica”. In questo caso il grasso si concentra su glutei e fianchi, visibile in un corpo con una forma “a pera”.

2. Come si misura l'obesità?

Spesso obesità e sovrappeso sono due termini che vengono usati come sinonimi, tuttavia si tratta di un errore. Quali sono le principali differenze?

Prima di tutto è importante definire quello che è lindice di massa corporea - IMC, detto anche Body Mass Index - IBM. Questo indice classifica la popolazione in base al peso e definisce le condizioni di sovrappeso-obesità. Un fattore che però deve essere analizzato anche da altri fattori, come ad esempio sesso ed età.

L'Istituto superiore di sanità infatti afferma che spesso le donne hanno un grasso corporeo maggiore rispetto agli uomini. Allo stesso modo anche gli anziani hanno un indice di IMC maggiore rispetto i giovani. Come anche chi pratica sport potrebbe avere più massa muscolare rispetto a chi non fa grossa attività motoria. Come si misura?

 

BMI o IMC = peso diviso l’altezza

 

Dividendo il peso corporeo, espresso in Kg, per il quadrato dell’altezza, espressa in metri, ognuno di noi ottiene Iil proprio indice di massa corporea.

Secondo le definizioni dell’Organizzazione mondiale della sanità, una persona è considerata in sovrappeso o obesi se:

  • Sovrappeso se il proprio IBM è uguale o superiore a 25 fino a 29,99;
  • Obesità se l’indice di massa corporea è uguale o superiore a 30.

 

associazione_obesità_nutrizione_salute.002

3. Quali sono le cause e i rischi per la salute?

L’obesità si manifesta quando una persona, per lungo tempo, introduce grandi quantità di calorie nel proprio organismo, rispetto al consumo di energia giornaliera. Le calorie non consumate e quindi in eccesso vengono così trasformate ed immagazzinate sotto forma di grasso.

La causa principale dell’aumento di perso è data dalle scorrette abitudini alimentari oppure può essere un fattore legato ad un disturbo del comportamento alimentare o derivante da altre condizioni di salute. Le cause più frequenti sono:

  • Squilibrio tra il rapporto consumo-calorie;
  • Consumo di cibi ricchi di zuccheri e grassi;
  • Scarsa attività motoria;
  • Condizioni genetiche o malattie endocrine;
  • Consumo di alcuni farmaci.

Quali sono i rischi per la salute?

L’obesità è un importante fattore di rischio che provoca l’insorgenza di gravi patologie. Per questo motivo una condizione di obesità può essere determinata anche da fattori genetici, endocrini e metabolici. Generalmente i rischi sono:

  • Un’aspettativa di vita ridotta di 10 anni, più precisamente 9 per le donne e di 12 negli uomini;
  • Disturbi nel sonno;
  • Insorgere di altre patologie. Come ad esempio il diabete, l’ipertensione arteriosa, l’infarto o ictus, l’insufficienza respiratoria, il cancro al pancreas, al colon e al seno, il colesterolo, varie malattie articolari, alcuni problemi epatici ed insufficienza renale. Ma non solo anche problemi legati alla sessualità e conseguenze sulle limitazioni nei movimenti;
  • Difficoltà nelle relazioni sociali e nella sfera psicologica, quali bassa autostima, insicurezza, depressione e così via.

 

Conosci già la nostra community di Facebook "La salute con Ihealthyou" 😀? È il luogo ideale per discutere, condividere e informarti. Clicca sul bottone qui sotto per entrare a farne parte!

Unisci alla nostra community su Facebook!

4. Terapie a supporto

Lo scopo dei trattamenti legati all'obesità consistono principalmente nella riduzione del peso corporeo. Ogni terapia deve essere svolta sotto uno stretto controllo medico, in modo da seguire dei programmi adeguati alle proprie possibilità, ai propri obiettivi salutari e al proprio fisico, attraverso un’alimentazione corretta o una dieta personalizzata e un regolare programma di attività fisica. In alcuni casi il trattamento di dimagrimento è sostenuto e supportato anche da un percorso psicologico.

I pazienti con forme di obesità grave, e/o altre condizioni mediche ad esso associate, possono trarre beneficio da un trattamento chirurgico, rappresentato dalla chirurgia bariatrica, ossia la chirurgia dell’obesità. Gli interventi chirurgici di questo calibro possono essere classificati in:

  • Interventi restrittivi, ossia che riducono le dimensioni dello stomaco e rallentano così i processi digestivi;
  • Interventi restrittivi-malassorbitivi, che riducono invece le dimensioni dello stomaco ed eliminano una parte del tratto digerente, in modo da ridurre l’assorbimento del cibo.

 

5.Consigli utili per prevenire l'obesità

I fattori di base per prevenire sovrappeso e obesità sono due, secondo il Ministero della Salute sono:

  • Fai una sana alimentazione. Una dieta bilanciata è necessari per prevenire la propria salute. Mantieni regolare il tuo fabbisogno giornaliero. Come fare? Varia il più possibile i cibi in tavola, riduci le porzioni se sono troppo abbondanti e consuma 3 pasti e 2 spuntini al giorno.
  • Fai attività fisica. L’attività motoria aiuta a sconfiggere diverse malattie croniche, legate spesso a stili di vita sbagliati come diabete, patologie cardiovascolari, cancro ed obesità. Per gli adulti bastano 30 minuti al giorno per 5 volte alla settimana, mentre  i bambini almeno 60 minuti al giorno. Cammina a passo veloce, vai in bicicletta, nuota o balla. L’invito dei medici è quello di praticare attività aerobica in modo graduale, di intensità moderata e commisurato alla propria forma fisica.

Altri consigli:

  • Limita il consumo di grassi e zuccheri. Ad esempio evita cibi confezionati e soft drink;
  • Aumenta il consumo di verdure, legumi, cereali e più in generale di cibi freschi;
  • Evita i cibi troppo elaborati;
  • Limita il consumo di alcol. Ricorda è nocivo alla salute degli organi ed è anche un’importante fonte di calorie;
  • Non usare il cibo come genere di conforto psicologico;
  • Dai ai bambini un buon esempio in materia di alimentazione.

 

Dieta sana

6. Obesità e Covid-19

L’emergenza sanitaria legata alla diffusione del virus Covid-19, ha trasformato le abitudini alimentari delle persone in tutto il mondo.

I nostri comportamenti legati alla ridotta attività fisica, al lavoro sedentario da casa e allo stress della situazione hanno avuto una conseguenza sull’aumento dell’indice di obesità, portando quasi la metà della popolazione a registrare un aumento del proprio peso corporeo. Secondo la Società Italiana di Nutrizione Umana (Sinu) si sarebbe registrato quasi un incremento del 4%, portando gli italiani ad aumentare il proprio peso tra i 2 e i 3 chili in più.

Secondo gli studi medici, il Covid-19 si manifesta in forma più grave nelle persone fortemente in sovrappeso, con una conseguenza di alti livelli di infiammazione e di squilibri immunitari.

Nei pazienti fortemente in sovrappeso la guarigione e la stima di sopravvivenza dell'infezione da Coronavirus è tipicamente più complicata e grave. A dircelo sono diversi report svolti in tutto il mondo. Un'indagine, svolta in Francia sui pazienti in terapia intensiva per Covid-19, mostra che per il 90% dei contagiati che soffrissero di gravi condizioni di sovrappeso hanno manifestato gravi infezioni respiratorie, questo perché l'eccesso di grasso corporeo sul petto e sulla pancia comprimeva i polmoni e le vie respiratorie. In Inghilterra il 73% dei ricoverati in terapia intensiva era in sovrappeso, di cui il 37,7% era in obesità. Anche negli Stati Uniti, più di 2 pazienti su 5 erano obesi. In quasi tutti i casi è stato necessario usare la ventilazione meccanica.

Perché il Covid-19 peggiora la condizione di salute di un obeso?

 

I pazienti affetti da obesità presentano una serie di fattori predisponenti alle infezioni virali soprattutto respiratori. Tali fattori di rischio includono la sindrome da ipo-ventilazione, lo scompenso cardiaco, il diabete tipo2, l’infiammazione cronica di basso grado associata con aumento dei livelli di citochine circolanti, la riduzione dell’immunità innata e l’elevata espressione dei recettori dell’angiotensina tipo 1 e 2 nel tessuto adiposo

Prof.ssa Geltrude Mingrone - Medicina Interna Policlinico Gemelli IRCCS

 

Per questo motivo le persone che soffrono di obesità devono essere molto attente e scrupolose nell’osservare le misure di distanziamento sociale e tutte le norme d’igiene per proteggersi dal Coronavirus.

 

L'obesità è una malattia che si può prevenire e che si può curare. Se sei interessato a scoprire altre curiosità sul mondo della salute e del benessere, clicca sul bottone qui sotto e iscriviti alla newsletter di Ihealthyou!

IHY_Newsletter

 


iscrizione-community-ihealthyou-facebook