<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=2062155644083665&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

7' di lettura 

Lunedì 4 maggio è iniziata ufficialmente la tanto attesa fase 2, quella della convivenza con il virus. Tra dubbi, proteste e tante domande, sono molti gli italiani che hanno potuto riprendere in mano la propria attività e ripartire, pronti ad affrontare questa nuova normalità a cui gradualmente arriveremo tutti.

 

Adesso inizia per tutti la fase di convivenza con il virus. Dobbiamo essere consapevoli che nella fase 2 la curva del contagio potrà risalire in alcune aree del paese. Il rischio c’è, dobbiamo affrontarlo con metodo e rigore.

 

La fase 2 ha l'obiettivo di rendere meno tese alcune restrizioni imposte dai diversi decreti emessi precedentemente, ma alla base di questa fase resta comunque importante muoversi con attenzione e solo per motivi di necessità.

Cosa si può fare? Quali sono le attività consentite? Il nuovo decreto prevede una riduzione dei divieti per gli spostamenti e la possibilità di fare visita ai parenti. Fondamentale è continuare ad adottare tutte le misure di sicurezza e di prevenzione per ridurre le probabilità di contrarre il virus. In questo articolo cercheremo di raccogliere le principali indicazioni fornite dal Governo su ciò che possiamo e non possiamo fare.

 

Conosci già la nostra community di Facebook "La salute con Ihealthyou" 😀? È il luogo ideale per discutere, condividere e informarti. Clicca sul bottone qui sotto per entrare a farne parte!

Unisci alla nostra community su Facebook!

 

Ihealthyou_articolo_coronavirus_fase2

1. Coronavirus Fase 2: cosa si può fare 

Ecco le informazioni ufficiali riportate sul sito del Ministero della Salute e dal Governo. Poche e semplici regole che, se lette con attenzione, possono aiutarci a capire cosa possiamo fare fino a nuove indicazioni. 

Si può fare: 

  • ritorno al proprio domicilio, abitazione o residenza anche se questo prevede uno spostamento tra diverse regioni. Una volta rientrati nella propria casa, è possibile lasciare la Regione raggiunta solo per esigenze lavorative o motivi di salute giustificati;
  • uscire dal proprio comune e provincia solo per comprovati motivi di lavoro, salute e altre necessità;
  • visita ai propri congiunti (partner, coniugi, conviventi e persone legate da un legame affettivo stabile), ma si devono trovare all'interno della regione in cui ci si trova. Nell'incontro bisogna rispettare la distanza interpersonale di almeno un metro,  l’uso delle mascherine e il divieto di assembramento. 

 

 


  • ritirare e comprare cibo da asporto sul luogo. Ci si può recare verso bar, ristoranti e simili per ritirare il proprio pranzo, cena, aperitivo o altro a patto che si consumi all'interno delle proprie abitazioni;
  • attività sportiva o motoria all'aperto individuale. Bisogna sempre rispettare la distanza di sicurezza, evitando assembramenti e portando con sé sempre la mascherina;

 


 

  • andare in bicicletta o in moto, per andare a lavoro, nel luogo di residenza o nei negozi di beni necessari, oltre che per svolgere attività motoria. Sempre ad uso individuale;
  • si può andare al parco, ville e giardini pubblici rispettando sempre le 3 regole di base: divieto di assembramento, distanza interpersonale e l’obbligo delle mascherine;
  • andare in cimitero, evitando assembramenti e mantenendo la distanza;
  • svolgere i riti funebri, con un massimo di 15 persone, possibilmente all'aperto e indossando mascherine protettive.

Secondo il nuovo DPCM possono ripartire le attività manifatturiere, edili, produttive e industriali e il commercio all’ingrosso (alimentari, igiene della persona, farmacie e para-farmacie, librerie, negozi di vestiti per bambini e neonati, edicole, tabaccai, fiori e piante), con l’obbligo di rispettare le regole di sicurezza sul lavoro. 

 

 

 

Anche in questa fase 2 per muoversi è necessario presentare il documento di autocertificazione, qui trovate quello nuovo. Può essere ancora usato il modello precedente? Sì, barrando le voci non più attuali. Diverse regioni hanno comunque deciso ulteriori allentamenti delle restrizioni, per questo motivo controlla sempre anche le norme della tua Regione.

 

#Insieme contro il Coronavirus

 

2. Coronavirus Fase 2: cosa non si può fare

Con questo nuovo decreto non mancano comunque i divieti e le restrizioni alle attività professionali e personali.

Non si può: 

  • andare a trovare gli amici;
  • fare riunioni di famiglia e organizzare party privati;
  • è vietato uscire a tutti coloro che presentano sintomi, quali febbre uguale o superiore ai 37,5 gradi o sintomi respiratori;
  • uscire dalla propria regione, se non motivati da comprovate necessità di urgenza o di lavoro;
  • recarsi nelle seconde case, almeno che non ci siano interventi necessari di manutenzione, ma comunque deve trovarsi nella stessa regione di residenza o in cui ci si trova;
  • utilizzare le aree attrezzate per il gioco dei bambini;
  • usare i mezzi pubblici o recarsi nei luoghi chiusi e accessibili al pubblico senza mascherina;
  • consumare sul posto alimenti e bevande, in bar, ristoranti o simili.
  • andare dal parrucchiere, barbiere o estetista. Questo sarà possibile solo dal 1 giugno;
  • fare shopping nei negozi;
  • andare a messa.

 

Diverse regioni hanno comunque deciso ulteriori restrizioni, per questo motivo controlla sempre anche le norme della tua Regione.

 

Coronavirus nuova fase

3. Le principali raccomandazioni

Dal primo giorno in cui tutto è iniziato, fino ad oggi e fino a domani, il Governo è al lavoro per garantire, prevenire e assicurare i massimi livelli di sicurezza. Alla base di tutto resta comunque valido ed è fondamentale la collaborazione di tutti per contrastare la diffusione del Covid-19 per portare al termine il prima possibile questa situazione. In questa fase 2, ora più che mai, è fondamentale fare attenzione alle abitudini dentro e fuori casa

Quali sono le raccomandazioni da seguire?

Ihealthyou_articolo_fase2_covid_racomandazioni

 

Ecco le principali precauzioni da adottare:

  1. usa la mascherina nel modo corretto. Copri bene naso, bocca e mento;
  2. usa i guanti monouso nei luoghi o nei mezzi di trasporto pubblico;
  3. lava sempre le mani;
  4. non toccarti occhi, naso e bocca se non hai lavato le mani;
  5. pulisci le superfici con disinfettanti;
  6. evita abbracci e strette di mano;
  7. mantieni la distanza sociale di almeno 1 metro.

 

Ricorda sempre che prestare attenzione a questi consigli di prevenzione, in generale, permette di proteggere se stessi e gli altri

Guarda il video del Ministero della Salute 👇

 

Per qualsiasi ulteriore dubbio o domanda consulta sempre le fonti e i canali ufficiali del Ministero della Salute e del Governo. Accedi alla sezione dedicata sulla Fase 2, presta attenzione e segui le direttive per continuare a garantire la tua salute e quella delle persone che ti stanno accanto. 

 

IHY_Newsletter

 


iscrizione-community-ihealthyou-facebook