<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=2062155644083665&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

12' di lettura

La circoncisione è la rimozione chirurgica della pelle che copre la punta del pene. Si tratta di una procedura relativamente semplice che viene effettuata per motivi medici o culturali. In alcune parti del mondo, la circoncisione nel neonato è abbastanza comune. Può essere effettuata anche nell’adulto sebbene diventi una procedura più complessa. (Per approfondire leggi la scheda del Dizionario)

L’igiene e la cura della ferita chirurgica sono una parte essenziale del percorso di guarigione una volta che il paziente torna a casa. Il chirurgo fornirà tutte le indicazioni per pulire adeguatamente il pene e sui sintomi da controllare. Ad esempio, dolore, gonfiore e rossore persistenti possono essere un segnale di infezione.

Nel caso dei pazienti più piccoli, saranno naturalmente i genitori a gestire la ferita chirurgica; mentre l’adulto sarà responsabile della propria igiene personale.
In questo articolo vedremo i principali consigli per una corretta igiene a seguito di una circoncisione.


1 Igiene dopo la circoncisione nel bambino
2 Igiene dopo la circoncisione nell’adulto

 

Igiene-dopo-circoncisione.001

 

1. Igiene dopo la circoncisione nel bambino

I genitori devono essere in prima linea nella cura del proprio piccolo dopo l’intervento chirurgico di circoncisione. Il medico condividerà tutte le regole da seguire, ma in generale si possono identificare i seguenti consigli:

  • lavare sempre le mani prima e dopo aver toccato l'area della circoncisione.
  • lavare delicatamente il pene del bambino con acqua tiepida dopo ogni cambio di pannolino e asciugare tamponando.
  • Non usare sapone, acqua ossigenata o alcol poiché possono rallentare la guarigione.
  • Applicare creme ad esempio con vaselina sull'area della circoncisione durante ogni cambio di pannolino, per impedire al pene del bambino di attaccarsi al pannolino mentre guarisce. Eventualmente il medico può anche prescrivere una pomata antibiotica per uso locale.
  • Cambiare ogni 2-3 ore il pannolino in modo che la ferita non resti umida e a contatto con l’urina.
  • Utilizzare pannolini di una taglia più grande o allacciarli in modo che non si crei pressione sul pene.

Laddove si osservi un arrossamento o un gonfiore che non scompare o peggiora, oppure se il bambino ha difficoltà ad urinare oppure ancora se si manifesta febbre (sopra 37,5°C) è sempre meglio confrontarsi con il proprio pediatra di riferimento o con il chirurgo che ha eseguito l’intervento per valutare la presenza di una possibile infezione o di una complicanza della ferita chirurgica.


 

Igiene-dopo-circoncisione.002

 

2. Igiene dopo la circoncisione nell’adulto

Anche l’adulto deve seguire alcune semplici regole per gestire la ferita chirurgica in seguito ad intervento circoncisione. Il chirurgo oltre a fornire le indicazioni per la corretta igiene della ferita, può prescrivere un trattamento topico che include soluzioni disinfettanti, creme antibiotiche e cicatrizzanti.
Tra le principali regole igieniche da seguire troviamo le seguenti:

  • non fare bagno o doccia nelle 48 ore successive all’intervento chirurgico. Il bagno andrebbe evitato per circa 2-3 settimane perché può interferire con la guarigione della ferita; mentre è possibile fare una doccia non troppo prolungata e avendo l’accortezza di proteggere la ferita dal getto diretto dell’acqua. Per asciugarsi è sempre meglio tamponare con delicatezza e con un telo pulito o una garza sterile.
  • Sciacquare la parte operata con una soluzione disinfettante posizionandosi a cavalcioni sul bidet.
  • Tamponare la ferita con una garza sterile per asciugare l’area interessata e applicare la crema eventualmente prescritta dal medico. Tale operazione andrebbe ripetuta due volte al giorno in base alle indicazioni date dal clinico.
  • Cambiare il bendaggio frequentemente durante la giornata lavando bene le mani prima di procedere.
  • Verificare che la frequenza di minzione o se si ha difficoltà ad urinare. In tal caso è bene chiamare il medico.
  • Controllare l’eventuale rossore, dolore, gonfiore, sanguinamento o la presenza di secrezioni giallo-verdi. Questi sono tutti possibili segni di una complicanza post chirurgica, come una infezione batterica. Anche in questo caso è fondamentale rivolgersi al medico per intervenire tempestivamente e in modo adeguato.

 


Fonti
1    Circumcision in men .  NHS. (Ultimo accesso 12/04/2022).
2    Caring for your wound following circumcision . Health Department. (Ultimo accesso 12/04/2022).
3    Molokwu CN, Peracha AM. Securing the dressing after circumcision in adults. Ann R Coll Surg Engl. 2014;96(2):170. doi:10.1308/003588414X13814021679230.
4    Warees WM, Anand S, Rodriguez AM. Circumcision. 2021 Aug 30. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2022 Jan.



Chiara Mossali
Autore

Chiara Mossali

Medical writer e consulente in ambito healthcare. Laureata in Biotecnologie. Esperienza nell’ambito della ricerca di laboratorio e nella ricerca clinica. Da circa 10 anni mi occupo di comunicazione e consulenza nel settore healthcare curando progetti e contenuti per medici e pazienti.