<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=2062155644083665&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

7' di lettura

La ripresa della libera circolazione tra i Paesi è da poco ricominciata, a seguito di un lungo periodo di lockdown , con un numero sempre crescente di persone che hanno ripreso a spostarsi con mezzi pubblici e privati.


Proprio per questo motivo, il rischio di contagio da Coronavirus rimane alto; soprattutto nelle ore di punta, soprattutto se pensiamo alle grandi metropoli.

È fondamentale perciò che i passeggeri di ogni mezzo, rispettino alcune regole fondamentali, al fine di evitare il contagio, proteggendo la loro salute in primis, ma anche quella delle persone con le quali vengono a contatto.


Di seguito, vedremo alcune norme igieniche e direttive da seguire, per una corretta prevenzione del virus al fine di prevenire il contagio da Covid-19.

Unisci alla nostra community su Facebook!

 

Gli spostamenti da e per l'estero

A partire dal 3 giugno, le persone che rientrano in Italia dagli Stati membri dell’UE, dal Regno Unito, e dagli Stati parte dell’accordo di Schengen, non dovranno più effettuare l’isolamento fiduciario per 14 giorni e non dovranno essere sottoposte a sorveglianza sanitaria; a meno che non abbiano soggiornato in paesi diversi da quelli citati in precedenza, nei 14 giorni precedenti l’ingresso in Italia.


Gli spostamenti da e per altri Stati diversi da quelli sopra elencati, sono consentiti solo per comprovate esigenze lavorative, urgenza o motivi di salute; compilando il modulo di auto-dichiarazione in caso di entrata in Italia e, rispettando l’isolamento fiduciario e la sorveglianza sanitaria di 14 giorni.

 

viaggiare-coronavirus-salute-linee-guida.001

 

Gli spostamenti in Italia

Dal 3 giugno gli spostamenti tra le diverse regioni italiane sono consentiti, ma limitati attraverso provvedimenti statali, seguendo le norme del decreto-legge 2020.


Le ordinanze regionali hanno creato però alcune differenze sulle regole e sulle modalità di riapertura, in particolar modo, per le regioni più frequentate per il turismo (Sicilia, Sardegna, Puglia, Lazio).


Le persone risultate positive al Covid-19 sono sottoposte a divieto di mobilità dalla propria abitazione, fino all’accertamento della loro guarigione. La quarantena precauzionale invece, è prevista per le persone che hanno avuto contatti stretti con i casi positivi al Coronavirus.

Per tutti coloro che intendono spostarsi mediante mezzi di trasporto, sono previste delle regole da seguire:

  • Treni: la misurazione della temperatura corporea è obbligatoria per tutti i passeggeri di treni a lunga percorrenza. Se la stessa è superiore a 37.5°C, l’accesso a bordo non sarà consentito. Il servizio di ristorazione sarà previsto sotto forma di consegna, in confezione sigillata e mono-dose;
  • Aeroporti: per gli aeroporti sono previsti gli stessi tipi di controlli applicati per i treni;
  • Automobili: per questa tipologia di spostamenti, non ci sono limitazioni di numeri di passeggeri, se sono conviventi. Viceversa, se i passeggeri non sono conviventi, devono indossare la mascherina obbligatoriamente, con una capienza massima di tre persone. 

 

viaggiare-coronavirus-salute-linee-guida.005

 

Le raccomandazioni OMS per i viaggiatori internazionali 

Si raccomanda per i viaggiatori che hanno malattie croniche o con condizioni di salute precarie, di ritardare o evitare se possibile, i viaggi verso le aree più a rischio Covid-19.

Le norme di igiene personale da rispettare sono le seguenti:

  • Curare l’igiene delle mani frequentemente;
  • Coprire naso e bocca con un fazzoletto di carta o con gomito flesso, quando si tossisce o si starnutisce;
  • Non toccarsi bocca, naso e occhi.


L’OMS ha creato inoltre una sezione tematica  Coronavirus disease (Covid-19) travel advice, dove sono presenti aggiornamenti della situazione epidemiologica a livello mondiale.

 

viaggiare-coronavirus-salute-linee-guida.003

 

I diritti dei passeggeri

I viaggiatori possono rassicurarsi, in quanto hanno la garanzia che i loro diritti durante il viaggio, saranno tutelati.


Dal 18 marzo 2020, la Commissione europea infatti ha emanato nuove modalità di applicazione in materia di diritti dei passeggeri nell’UE nel contesto della pandemia di Covid-19. Premettendo che le circostanze sono eccezionali, sono state pubblicate note informative sulle direttive sui viaggi.


I diritti dei passeggeri riguardano risarcimento e assistenza, in caso di negato imbarco e di cancellazione, o di ritardo prolungato dei voli. Essi si riferiscono a quattro categorie di trasporti:

  • Trasporto aereo
  • Trasporto ferroviario
  • Autobus
  • Navi

 

viaggiare-coronavirus-salute-linee-guida.002

 

L'alimentazione in viaggio: alcuni consigli utili

Molti viaggiatori, durante le loro uscite hanno disturbi gastroenterici, causati da un’alimentazione scorretta. È consigliabile perciò prima di partire, acquisire informazioni sul Paese meta del viaggio.


La prevenzione delle malattie trasmesse tramite alimenti, soprattutto in questo periodo, è fondamentale. Qui di seguito, forniamo qualche buona regola per evitare problemi di salute dovuti all’alimentazione:

  • Bere soltanto acqua e bevande imbottigliate e sigillate;
  • Consumare frutta e verdura solo dopo averle sbucciate e lavate accuratamente;
  • Consumare cibi ben cotti ed ancora caldi possibilmente;
  • Non consumare pesce o frutti di mare crudi o poco cotti;
  • Non mangiare carne cruda;
  • Non bere latte o mangiare latticini non pastorizzati;
  • Curare l’igiene personale prima e dopo ogni pasto.

 

viaggiare-coronavirus-salute-linee-guida.004

 

Se avete intenzione di viaggiare durante questo particolare periodo causa Covid-19, è fondamentale che siate ben informati e tutelati, affinché non incorriate in pericoli che mettano a repentaglio la vostra salute.


Oggi i servizi pubblici e privati si stanno adoperando al fine di tutelare al meglio la salute dei loro clienti, garantendo loro il benessere durante gli spostamenti previsti.

Perciò tranquillizzatevi, con un adeguato buonsenso civico e le giuste precauzioni, viaggiare è ancora possibile.

Unisci alla nostra community su Facebook!


iscrizione-community-ihealthyou-facebook