Derma e Cosmesi

Micosi alle unghie: come riconoscerla e curarla?

Scritto da Dott.ssa Giulia Boschi  | 
LEGGI ORA

6' Lettura

La micosi delle unghie, detta anche onicomicosi, è un'infezione che colpisce le unghie, causata da particolari specie fungine. L’onicomicosi è più frequente nelle unghie dei piedi e causa discolorazione ed ispessimento dell’unghia, portando  alla caduta o sgretolamento del corpo ungueale. Andiamo a vedere insieme come riconoscerla, e quali trattamenti sono efficaci per curarla.Ecco cosa troverai in questo articolo:

  1. Che cos’è la micosi alle unghie?
  2. Perché viene la micosi alle unghie: fattori di rischio?
  3. Diagnosi: come si manifesta la micosi alle unghie?
  4. Come si cura la micosi alle unghie?
    1. Rimedi farmacologici
    2. Rimedi naturali
  5. Come evitare che la micosi alle unghie si ripresenti?

Piede con micosi delle unghie

1. Che cos’è la micosi alle unghie?

La micosi delle unghie (onicomicosi) è la patologia del letto ungueale più comune al mondo e colpisce  circa il 3% della popolazione. La malattia è causata da un’infezione da parte di alcune specie fungine, come Candida albicans, Trichophyton ed Epidermophyton e da alcune muffe o lieviti. L’infezione causa discolorazione del corpo ungueale con eventuale distacco dell’unghia dalla sua sede anatomica.

2. Perché viene la micosi alle unghie: fattori di rischio?

Frequentare luoghi umidi e frequentati da molte persone, come piscine e palestre, e portare  calzature strette sono le cause più comuni di onicomicosi. Le specie fungine che causano la patologia, infatti, prediligono l’ambiente umido che si crea all’interno delle calzature e, per questo motivo, l’infezione tende ad essere più frequente nelle dita dei piedi, in particolare sul pollice. 

Altri fattori che predispongono alla micosi alle unghie sono:

  • età: l’onicomicosi può presentarsi ad ogni età, ma è più frequente in persone di età avanzata;
  • patologie che interessano il sistema immunitario: la patologia è più comune in pazienti affetta da HIV, diabete, o immunosoppresse;
  • fumo;
  • traumi.1

3. Diagnosi: come si manifesta la micosi alle unghie?

L’onicomicosi si presenta inizialmente come discolorazione di una zona circoscritta dell’unghia, che assume mano a mano un colore giallognolo/marroncino, per poi gradualmente estendersi, portanto l’unghia ad  ispessirsi e deformarsi, fino a staccarsi dalla sua sede. L’infezione causa generalmente dolore, che rende camminare talvolta molto doloroso

La diagnosi deve essere formulata da uno/una dermatologo/a, il/la quale può ordinare test di laboratorio per avere conferma di micosi ungueale, dal momento che spesso la mera osservazione dei sintomi può portare a diagnosi errate.2  

Medico che controlla micosi delle unghie

È necessario, infatti, escludere di trovarsi di fronte ad un caso di psoriasi ungueale o in presenza di altre condizioni che portano all’inspessimento dell’unghia come lichen planus, carcinoma a cellule squamose e melanoma maligno. Allo stesso tempo, l’onicomicosi potrebbe essere sintomo di una patologia sottostante come malattie dell’apparato vascolare, diabete o alterazioni del sistema immunitario ed è, pertanto, essenziale non sottovalutarla soprattutto in pazienti a rischio.1,2

4. Come si cura la micosi alle unghie?

Il trattamento per la micosi alle unghie deve essere scelto in base ad alcuni fattori, tra i quali:

  • livello di estensione della parte di unghia interessata dall’infezione;
  • localizzazione;
  • grado di ispessimento;
  • età del paziente.

Questi fattori insieme determinano un punteggio di severità dell’onicomicosi, in base al quale viene effettuata la scelta del trattamento:

  • grado da 1 a 8 (onicomicosi lieve): viene di solito prescritto un trattamento topico da applicare sull’unghia infetta e la fresatura della zona di unghia colpita;
  • grado ≥ 9 (onicomicosi moderata): è necessario intervenire con un trattamento antifungino somministrato per via orale;
  • grado da 20 a 30 (onicomicosi grave): è prevista la rimozione integrale dell’unghia infetta e la somministrazione di farmaci antifungini per via orale.1

Vediamo più nel dettagli quali sono i rimedi farmacolici e naturali disponibili per la cura della micosi dell'unghia.

4.1 Rimedi farmacologici

Per molti anni, il trattamento farmacologico di elezione per le micosi dell’unghia, sono stati i farmaci antifungini somministrati per via orale come la  terbinafina  ed itraconazolo. Tuttavia, questi farmaci hanno potenziali effetti collaterali severi, come epatite e insufficienza cardiaca e renale, oltre al rischio potenziale di causare interazioni pericolose con altri farmaci. 

Per questi motivi, i trattamenti topici sono diventati negli anni il trattamento di prima scelta per le micosi da lievi a moderate. Si tratta di creme o formulazioni liquide, come l’amorolfina smalto al 5% e tioconazolo soluzione ungueale al 28%,  da applicare direttamente sull’unghia infetta, contenenti sostanze tossiche che interferiscono con la crescita dell’agente fungino.1,2  

Trattamento topico micosi delle unghie

4.2 Rimedi naturali

Esistono alcuni rimedi naturali che possono essere utilizzati per il trattamento dell’onicomicosi lieve, da assumere sotto consiglio medico e da intendersi come trattamento adiuvante le terapie farmacologiche, specialmente per il periodo post-trattamento e per evitare le ricadute

Tra i rimedi naturali, troviamo:

  • olio di tea tree: si tratta di un olio estratto dalle foglie di Malaleuca alternifolia, utilizzato da secoli nella medicina. La sua efficacia nel trattamento dell’onicomicosi è stata dimostrata in test di laboratorio e in trial clinici;
  • resina di conifera: le resine sono prodotti naturali estratti da piante conifere, che hanno il compito in natura di proteggere la pianta dall’attacco di insetti e microbi patogeni. La resina di conifera è stata testata per valutare la sua efficacia antifungina nel trattamento dell’onicomicosi in due trial clinici, con risultati positivi;3
  • bicarbonato di sodio: studi di laboratorio hanno dimostrato l’efficacia del bicarbonato di sodio nell’inibire la crescita delle specie fungine che causano comunemente onicomicosi. E’ sufficiente sciogliere qualche cucchiaino di bicarbonato in acqua tiepida e immergervi dentro l’unghia infetta;
  • estratto di foglie di olivo: le foglie di olivo contengono numerosi principi attivi, tra i quali i polifenoli. Studi hanno dimostrato l’efficacia dell’estratto di foglie di olivo come trattamento per le micosi delle unghie;
  • olio di semi di girasole ozonizzato: dalla reazione tra olio di girasole e ozono, si ottiene un olio dal potere antifungino. Applicare qualche goccia di olio sull’unghia interessata da onicomicosi favorisce la guarigione;
  • olio di cocco: una delle proprietà dell’olio di cocco è l’essere un efficace antifungino e applicarne poche gocce sulla zona da trattare combatte l’onicomicosi;
  • estratto di Ageratina pichinchensis: preparati contenenti estratto di Ageratina pichinchensis sono in grado di combattere l’infezione e promuovere la guarigione.

I rimedi naturali, benché efficaci nel trattare la onicomicosi, agiscono in maniera più lenta rispetto ai farmaci tradizionali, perciò, è necessario contattare immediatamente un medico se si osserva un peggioramento dei sintomi.

5. Come evitare che la micosi alle unghie si ripresenti?

Per ridurre il rischio che la micosi alle unghie si ripresenti dopo il trattamento è importante praticare una buona igiene di mani e piedi. Inoltre è necessario:

  • mantenere i piedi asciutti;
  • mantenere le unghie corte e pulite per evitare l’accumulo di batteri nella zona periungueale;
  • alternare l’uso di scarpe chiuse a scarpe aperte per mantenere la zona asciutta ed areata;
  • utilizzare apposite calzature per camminare su superfici umide e frequentate da molte persone;
  • non utilizzare dispositivi per la cura delle unghie utilizzati da altre persone.4

Bibliografia

  1. Gupta AK, Stec N, Summerbell RC, Shear NH, Piguet V, Tosti A, Piraccini BM. Onychomycosis: a review. J Eur Acad Dermatol Venereol. 2020 Sep;34(9):1972-1990. doi: 10.1111/jdv.16394. Epub 2020 Jun 5. PMID: 32239567.
  2. Beuscher, Tara L.; Kelechi, Teresa J.. Onychomycosis: Diagnosis, Treatment, and Prevention. Journal of Wound, Ostomy and Continence Nursing 46(4):p 333-335, July/August 2019. | DOI: 10.1097/WON.0000000000000556
  3. Halteh P, Scher RK, Lipner SR. Over-the-counter and natural remedies for onychomycosis: do they really work? Cutis. 2016 Nov;98(5):E16-E25. PMID: 28040821.
  4. Letscher-Bru V, Obszynski CM, Samsoen M, Sabou M, Waller J, Candolfi E. Antifungal activity of sodium bicarbonate against fungal agents causing superficial infections. Mycopathologia. 2013 Feb;175(1-2):153-8. doi: 10.1007/s11046-012-9583-2. Epub 2012 Sep 19. PMID: 22991095.
  5. Menéndez S, Falcón L, Maqueira Y. Therapeutic efficacy of topical OLEOZON® in patients suffering from onychomycosis. Mycoses. 2011 Sep;54(5):e272-7. doi: 10.1111/j.1439-0507.2010.01898.x. Epub 2010 May 17. PMID: 20492527.
  6. DebMandal M, Mandal S. Coconut (Cocos nucifera L.: Arecaceae): in health promotion and disease prevention. Asian Pac J Trop Med. 2011 Mar;4(3):241-7. doi: 10.1016/S1995-7645(11)60078-3. Epub 2011 Apr 12. PMID: 21771462.
  7. Pereira AP, Ferreira IC, Marcelino F, Valentão P, Andrade PB, Seabra R, Estevinho L, Bento A, Pereira JA. Phenolic compounds and antimicrobial activity of olive (Olea europaea L. Cv. Cobrançosa) leaves. Molecules. 2007 May 26;12(5):1153-62. doi: 10.3390/12051153. PMID: 17873849; PMCID: PMC6149345.
  8. Amin A, Khan MA, Shah S, Ahmad M, Zafar M, Hameed A. Inhibitory effects of Olea ferruginea crude leaves extract against some bacterial and fungal pathogen. Pak J Pharm Sci. 2013 Mar;26(2):251-4. PMID: 23455192.
  9. Romero-Cerecero O, Zamilpa A, Jiménez-Ferrer JE, Rojas-Bribiesca G, Román-Ramos R, Tortoriello J. Double-blind clinical trial for evaluating the effectiveness and tolerability of Ageratina pichinchensis extract on patients with mild to moderate onychomycosis. A comparative study with ciclopirox. Planta Med. 2008 Oct;74(12):1430-5. doi: 10.1055/s-2008-1081338. Epub 2008 Jul 31. Erratum in: Planta Med. 2008 Nov;74(14):1767. PMID: 18671197.
  10. Centers for disease control and prevention, Fungal nail infections (Ultimo accesso 8.03.23)

 


Dott.ssa Giulia Boschi
Autore

Dott.ssa Giulia Boschi

PhD student in immunologia e medical writer, si occupa di ricerca biomedica e comunicazione medico-scientifica in ambito healthcare.