<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=2062155644083665&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

3' lettura

La misurazione della glicemia, in ottica di screening preventivo o di monitoraggio di patologie pre-esistenti, è una pratica molto diffusa, indolore e rapida che sempre più fasce di popolazione si ritrovano ad eseguire.

Fondamentale per la diagnosi e il controllo di condizioni come diabete e prediabete (iperglicemia), misurare la glicemia significa verificare i livelli di glucosio, ovvero di un tipo di zucchero semplice e nutriente fondamentale per le cellule del nostro corpo, presente nel sangue.

Come si misura la glicemia? È meglio effettuare una misurazione della glicemia in farmacia o a casa? Ecco a quali domande risponderemo in questo articolo:

  1. Come si misura la glicemia?
  2. Misurare la glicemia in farmacia
  3. Misurare la glicemia a casa
  4. Quindi dov'è meglio misurare la glicemia?

 

Un reflettometro, o glucometro, per la misurazione della glicemia attraverso un piccolo prelievo da falange del dito della mano

1. Come si misura la glicemia

La glicemia si può misurare in vari modi. I più diffusi sono due: attraverso le analisi del sangue; oppure tramite un piccolo strumento chiamato reflettometro, o glucometro, che rileva la glicemia direttamente da una goccia di sangue ottenuta dai polpastrelli delle dita delle mani, attraverso una minuscola puntina (assolutamente indolore).
 
A seconda dei valori emersi dalla misurazione si può definire se una persona soffre di ipoglicemia, "normoglicemia", iperglicemia o diabete:
 
  • valori sotto i 70 mg/dl sono indice di possibile ipoglicemia;
  • tra 70 e 100 mg/dl i valori sono considerati normali;
  • valori compresi tra 101 e 125 mg/dl indicano una condizione di possibile iperglicemia o  un'alterazione glicemica a digiuno (IFG), da monitorare attentamente;
  • valori superiori a 126 mg/dl è indice di diabete;
 
Per approfondire l'argomento rimandiamo alla scheda sulla misurazione della glicemia all'interno del nostro Dizionario della Salute.
 
 

2. Misurare la glicemia in farmacia

È possibile misurare la glicemia in farmacie che offrono questo servizio in tutta Italia. Basta chiamare la farmacia prescelta e chiedere se erogano la prestazione.

Dando uno sguardo al portafogli, generalmente il costo di questo esame in farmacia si aggira intorno ai 5,00 - 19,00€. In ogni caso, è diritto della persona richiedere preventivamente il costo della prestazione.

È preferibile svolgere l'esame a digiuno di almeno 8 ore ed è consigliato comunicare alla/al farmacista se si assumono farmaci o si stanno svolgendo specifiche terapie.

L'esame si svolge in pochi minuti, è indolore, sicuro e preciso.

 

Strumenti per la misurazione della glicemia fai da te: l'autovalutazione è un mezzo sicuro e preciso

3. Misurare la glicemia a casa

Come per altri medical device, misurare la glicemia da casa può fornire esiti con la stessa precisione di un esame svolto da un professionista ma potrebbe richiedere qualche tentativo in più. Non esistono controindicazioni serie per svolgere un'autovalutazione della glicemia da casa propria, tant'è che esistono in commercio una moltitudine di macchinette per misurare la glicemia e, soprattutto per chi convive con problemi come il diabete, il suo utilizzo è pratica semplice quanto bere un bicchier d'acqua.

Sul lungo termine, poi, misurare la glicemia a casa ha un impatto notevole sul portafogli (in termini di guadagno)!

In questo caso ci si basa su una valutazione tramite reflettometro, uno strumento che si applica al polpastrello di una mano e preleva - in maniera totalmente indolore e rapida - un piccolo campione di sangue, e delle strisce reattive ("foglietti" dove viene applicata la goccia di sangue). Per le modalità di misurazione (se a digiuno, dopo pasto, ...) consigliamo sempre il consulto di un medico specializzato.

L'auto-esame è sicuro e preciso e può essere svolto autonomamente - magari dopo qualche tentativo iniziale di pratica per capirne il funzionamento.

 

4. Quindi dov'è meglio misurare la glicemia?

La risposta fortunatamente è: dove ti è più comodo! Non esistono controindicazioni né per misurare la glicemia in farmacia, né a casa. Utilizza, tuttavia, buonsenso: se è la prima volta che ti approcci a questo test, potrebbe essere più efficace rivolgersi a qualcuno che conosci che l'ha già fatto, oppure andare in farmacia per farti spiegare come essere autonoma/o la prossima volta!