<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=2062155644083665&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

6' di lettura

La gestione della dermatite atopica e dei sui sintomi può rappresentare una sfida sia per il medico sia per il paziente e l’interesse verso l’utilizzo di trattamenti alternativi a base di erbe, in associazione alle terapie più tradizionali, sta crescendo.

Negli ultimi anni alcuni studi hanno dimostrato che anche trattamenti alternativi, con prodotti di origine naturale, possono risultare utili nel gestire i sintomi più fastidiosi della dermatite atopica.  
È fondamentale ricordare sempre, però, che il medico resta l’unica figura adatta a scegliere la terapia più corretta per ogni paziente. Confrontati sempre col tuo medico prima di intraprendere un qualsiasi tipo di medicazione.

In questo articolo approfondiamo alcuni aspetti:

1   Dermatite atopica in sintesi
2   Rimedi alternativi locali per la dermatite atopica
3   Rimedi alternativi sistemici per la dermatite atopica
4   Una corretta alimentazione: un potente alleato per la dermatite atopica

 

Dermatite-atopica-rimedi-alternativi.001

 

1. Dermatite atopica in sintesi

La dermatite atopica (AD) è un comune disturbo della pelle con una maggiore prevalenza nei bambini. 

Questa patologia è caratterizzata da momenti di acutizzazione dei sintomi in cui aree della pelle appaiono arrossate, essudate, con presenza di croste e vescicole. Nella fase cronica, invece, il grattarsi (dovuto al forte prurito caratteristico della dermatite topica) conferisce alle zone della pelle interessate un aspetto secco e inspessito (lichenificazione). I rimedi vanno quindi ad alleviare e controllare queste manifestazioni. 

 

Rimedi-alternativi-dermatite-atopica.001

 

2. Rimedi alternativi locali per la dermatite atopica

Il trattamento della dermatite atopica si concentra ancora soprattutto sul momento di acutizzazione dei sintomi, in questo caso l’uso di antiinfiammatori topici (che agiscono direttamente e solo sulla zona su cui si applica il prodotto senza entrare in circolo in tutto l’organismo) resta il pilastro del trattamento. In quest'ottica, tra i rimedi naturali troviamo:

Liquirizia: studi scientifici dimostrano che l’applicazione di liquirizia migliora l’idratazione dello strato corneo (lo strato più esterno della pelle).

Olio d’oliva, cera d’api, miele: sono stati condotti degli studi che mostrano che una miscela di questi prodotti può alleviare i sintomi della dermatite dopo qualche settimana di utilizzo. In particolare il miele sembra inibire la crescita del batterio Staphilococcus aureus (batterio molto comune nelle lesioni da dermatite) ed in genere l’infiammazione.

 

Rimedi-alternativi-dermatite-atopica.002

 

3. Rimedi alternativi sistemici per la dermatite atopica

In aggiunta alle applicazioni topiche, la somministrazione sistemica (ovvero la somministrazione per tutto l'organismo) di ingredienti naturali può portare dei benefici ai sintomi della dermatite atopica. 
È noto, ad esempio, che la vitamina E e la vitamina D sono degli ottimi alleati nel trattamento della dermatite atopica.

Nonostante ci siano sporadici dati sulla somministrazione di alcuni mix di oli (l’olio d’oliva e di girasole) che suggeriscono una possibile efficacia sulla dermatite atopica, gli studiosi affermano che gli studi condotti non sono sufficienti e che sarebbero necessari di nuovi per poterne definire l’efficacia o meno, ad esempio resta ancora controverso l’uso di olio di primula e di borraggine.

 

Rimedi-alternativi-dermatite-atopica.003

 

4. Una corretta alimentazione: un potente alleato per la dermatite atopica

La dermatite atopica può essere spesso associata alla presenza di allergie alimentari mediate da Ig-E, l’immunoglibulina interessata nel processo di innesco dell’allergia tramite l’aumento del rilascio di istamina, una molecola prodotta dall’organismo durante le reazioni infiammatorie.
Nel 40% dei casi di dermatite atopica riscontrata tra neonati e bambini riporta infatti questa causa. In quest’ottica, un’alimentazione povera di istamina o di prodotti che ne stimolano il rilascio potrebbe essere di enorme supporto per il paziente
Di seguito un elenco che raggruppa vari alimenti in base al contenuto di istamina o alla capacità di indurne il rilascio (questi alimenti dovrebbero essere del tutto evitati). 

Una dieta personalizzata deve essere sempre rilasciata da un nutrizionista qualificato.

Alimenti con istamina o che stimolano il rilascio di istamina 

●       Latticini/latte

●       Alimenti/bevande con lievito

●       Vino rosso

●       Pomodori sia freschi sia in scatola

●       Conserve

●       Carne fresca

●       Carne trattata (in scatola, affettati, salsiccia, ecc..)

●       Crostacei/frutti di mare

●       Alcuni tipi di frutta (fragola, papaya, ananas, frutta secca)

●       Uova

Alimenti che non contengono istamina 

●       cereali/pane integrali

●       riso

●       alcuni tipi di frutta (prugne, meloni, pesche, mele)

●       alcuni tipi di verdura (zucca, aglio, cavolfiore, cipolle, bietole, asparagi, cicoria)

 

 

Fonti

1    Man G, et al. Chin J Integr Med. 2018 Apr;24(4):308-314.
2    Shi K and Lio PA. Am J Clin Dermatol. 2019 Apr;20(2):251-266.
3    Spergel JM, Lio PA. Management of severe atopic dermatitis (eczema) in children. Form UpToDate, Dic2021.
4    Un'alimentazione sana aiuta la pelle a sfamarsi. Ultimo accesso 13/12/2021.


Chiara Mossali
Autore

Chiara Mossali

Medical writer e consulente in ambito healthcare. Laureata in Biotecnologie. Esperienza nell’ambito della ricerca di laboratorio e nella ricerca clinica. Da circa 10 anni mi occupo di comunicazione e consulenza nel settore healthcare curando progetti e contenuti per medici e pazienti.

iscrizione-community-ihealthyou-facebook