<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=2062155644083665&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

5' di lettura

Chi di noi non ha un amico che al bar preferisce lo zucchero di canna rispetto a quello bianco asserendo che sia più salutare? Bene, in questo articolo ti aiuteremo a scoprire chi ha ragione tra i due contendenti! 

Una sostanza cristallina, bianca e dolce: lo zucchero. La si trova sempre quando si va al bar e, se osserviamo bene, c'è chi non lo usa, chi versa solo mezza bustina o un cucchiaino piccolo nella propria tazzina del caffè e chi invece abbonda in quantità. È una preziosa fonte di energia per l’organismo, un alimento che fa bene alla salute e all'animo, aiuta gratificarsi e dona la giusta energia! 

Se da un lato è sempre stato popolare solo lo zucchero bianco, negli ultimi anni però è nata una vera e propria sfida con lo zucchero di canna. Lo zucchero si canna è meno calorico? Qual è quello che fa meglio alla salute? Lo zucchero bianco è nocivo? Tante sono le domande che circolano sul web: prima tra tutte, meglio lo zucchero di canna o quello bianco? 

In questo articolo parleremo di:

 

Il tema dell'alimentazione e del benessere ti interessa? Vuoi scoprire queste e altre curiosità? Clicca sul link ed entra a far parte della nostra community su Facebook! In ABC salute scoprirai consigli, curiosità e approfondimenti insieme ai nostri esperti! 

 

Entra a far parte della community ABC salute! 

 

Lo zucchero o saccarosio: conosciamolo meglio

La parola “zucchero” deriva dalla lingua araba con il termine "zukkar", e identifica un prodotto indispensabile nella nostra vita di tutti i giorni. In commercio si trova sotto forma di due principali tipologie di prodotto: lo zucchero bianco e lo zucchero di canna, detto anche zucchero bruno per il suo colore. Per zucchero s'intende il saccarosio, un disaccaride formato da una molecola di glucosio e una di fruttosio. Una sostanza che si ricava dalla canna da zucchero, pianta coltivata in America centrale e meridionale, e dalla barbabietola da zucchero, pianta coltivata in Europa.

Come avviene l'estrazione dello zucchero? Attraverso 3 processi che riguardano l'estrazione dalla canna di zucchero o barbabietola da zucchero, la depurazione e la concentrazione, per poi finire al processo di raffinazione e cristallizzazione.


Lo zucchero bianco è giunto in Italia grazie ai veneziani che durante le crociate portarono nel Paese il “Miele che non aveva bisogno di api”, come lo definiva Alessandro Magno. Abbiamo tracce di coltivazioni di canna da zucchero anche in Sicilia, anche se la maggior parte della produzione rimaneva ad appannaggio dei Paesi Arabi. Le cose cambiarono con la scoperta dell’America, infatti, il basso costo della mano d’opera, e quindi del prodotto finale, indebolì i produttori arabi e i paesi americani divennero in poco tempo i principali esportatori di tale prodotto in Europa.

Per la produzione dello zucchero a partire dalla barbabietola si dovette aspettare la metà del 1700 quando il blocco delle importazioni dall’America spinse un chimico tedesco a dimostrare che l’estrazione dello zucchero dalla barbabietola fosse possibile e che il prodotto ricavato fosse di qualità paragonabile a quello estratto dalla canna da zucchero. 

 

Ihealthyou-zucchero-bianco-o-zucchero-canna.002

 

 

Zucchero bianco o zucchero di canna: differenze e proprietà

Tra zucchero bianco e zucchero di canna, non c’è alcuna differenza chimica. Il saccarosio (comunemente chiamato zucchero), è presente in moltissime specie vegetali ed è una molecola composta da due monosaccaridi, più precisamente il glucosio e il fruttosio. Se lo zucchero bianco contiene solo saccarosio, quello di canna contiene invece alcuni residui di melassa, un sottoprodotto della materia prima (barbabietola da zucchero o canna da zucchero) che dona allo zucchero diverse tonalità ambrate in base alla percentuale presente (in commercio variano dal 1 al 5%).

Lo zucchero bianco si ottiene dallo zucchero grezzo, ricavato sia da barbabietola che dalla canna da zucchero, tramite un processo di purificazione. Tale processo industriale, creato apposta per estrarre dalla barbabietola o dalla canna lo zucchero, viene sempre più accusato di rovinare il prodotto finale, in realtà non fa altro che estrarre il saccarosio dalle impurità presenti nella melassa.

La melassa, che è quindi il prodotto di scarto della canna da zucchero, dona un retrogusto di liquirizia e un aroma speziato, a differenza della barbabietola che invece ha un gusto poco gradevole al palato, che viene eliminato nel processo di lavorazione, ottenendo così solo zucchero bianco.

Dal punto di vista nutrizionale la differenza è minima. Nella melassa sono presenti, in quantità molto bassa, alcuni minerali, soprattutto potassio, e vitamine. Ma poiché di zucchero se ne assumono giornalmente piccole quantità, queste sostanze “in più” presenti nello zucchero bruno, non vantano particolari significati nutrizionali. Per assimilare un quantitativo significativo di tali sostanze bisognerebbe mangiare molto più zucchero di canna di quello raccomandato dalle linee giuda.

 

Due zuccheri: stessa molecola, cambia solo il colore.

 

Zucchero bianco o zucchero di canna: domande e risposte

Diamo risposta ad alcune delle domande più comuni:

  • Quale scegliere: lo zucchero bianco o lo zucchero di canna? Scegliere uno o l'altro è praticamente la stessa cosa. La scelta dipende solo dai propri gusti, dall’ispirazione del momento, dalle ricette da seguire se stiamo facendo un dolce.

  • Perché lo zucchero bianco è considerato un pericolo per la salute? I I motivi alla base dell'avversione nei confronti dello zucchero, considerato da alcuni un “veleno bianco”, sono duplici: c'è chi afferma che lo zucchero raffinato, quello bianco appunto, rispetto a quello di canna, sia molto più lavorato e meno salutare; dall’altro ci si preoccupa che lo zucchero in sé, indipendentemente dai processi industriali a cui è sottoposto, possa favorire lo sviluppo dei tumori. Come per la maggior parte delle sostanze e alimenti, vale sempre la stessa regola: ciò che fa davvero male alla salute sono le quantità che assumiamo.

  • Lo zucchero bianco è più calorico rispetto a quello di canna? Assolutamente no. Entrambi forniscono 4cal per grammo.

  • Lo zucchero grezzo e integrato è migliore di quello raffinato? No, la presenza nello zucchero di canna di impurità e melassa, non apporta alcun beneficio all’organismo da un punto di vista nutrizionale. Infatti, il processo industriale al quale viene sottoposto lo zucchero derivato dalla barbabietola o dalla canna, non danneggia il prodotto.

 

Zucchero bianco vs Zucchero di canna, chi è il vincitore? Possiamo dire che non c’è un vincitore, entrambe le due tipologie di zucchero sono infatti assolutamente identiche sul piano nutrizionale. Un po’ di zucchero non può altro che far bene al fisico e addolcirci la giornata! Se vuoi scoprire queste e altre curiosità, clicca sul bottone qui sotto ed entra a far parte della nostra community sull'alimentazione!

 

Entra a far parte della community ABC salute! 


iscrizione-community-ihealthyou-facebook