<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=2062155644083665&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

5' di lettura

Con l'arrivo della stagione autunnale, gli italiani si stanno preparando ad affrontare i malanni di stagione tra febbre, tosse e raffreddore, e soprattutto il timore di non saper distinguere questi sintomi da quelli più recentemente associati a Covid-19. In un clima di pandemia globale, tutti si chiedono cosa succederà e soprattutto come faremo a distinguere i sintomi di Covid-19 dalla normale influenza. 

Una sfida che riguarda tutti noi, a partire dai medici in prima linea. Secondo la ricerca di Assosalute, il timore principale degli italiani è quello di non essere in grado di distinguere prontamente le due infezioni (33%) e, di conseguenza, il timore di non poter ricevere le cure adeguate per tempo (14,7%).  

Se per Covid-19 non possiamo far altro che aspettare il vaccino, possiamo cercare di prevenire l'insorgere di una brutta influenza vaccinandosi oppure cercando di preparare in modo ottimale il nostro sistema immunitario in vista della stagione autunnale-invernale. 

Andiamo per gradi. 

  • Covid-19 VS influenza di stagione: sintomi comuni e differenze
  • Dieta, sport e sonno: gli alleati del sistema immunitario

 

Unisci alla nostra community su Facebook!

 

Autunno

 

Covid-19 VS influenza stagionale: sintomi comuni e differenze

Senza entrare nel merito del nuovo coronavirus (sul sito ufficiale del Ministero della Salute puoi trovare tutte le informazioni utili), quali sono i principali sintomi? e quali le differenze con la comune influenza di stagione? Vediamoli insieme. 

Insorgenza di febbre oltre i 37,5°C e la presenza di almeno un sintomo sistemico e respiratorio come, ad esempio, dolori muscolari e i classici tosse e raffreddore, sono sintomi che accomunano l'influenza stagionale e SARS-Cov-2.

Come distinguerli?

Secondo lo studio della University of Southern California pubblicato da Frontiers in Public Health, possiamo distinguere i due virus confrontando l'ordine dei sintomi con cui si presentano. Se l'influenza inizia con la tosse e, solo successivamente, la febbre, nel caso di Covid-19 l'ordine cambia: il sintomo principale è la febbre, seguita da tosse e dolori muscolari. Non è un caso che, all'ingresso dei locali, sia prevista la misurazione della temperatura corporea.

Ovviamente il consiglio che possiamo darti è sempre lo stesso: in caso di sintomi contatta il tuo medico che saprà consigliarti come procedere e, nel caso, come prenotare il tampone o l'esame sierologico. 

 

autunno-influenza-stagione-coronavirus.002

 

Dieta, sport e sonno: gli alleati del sistema immunitario

L'autunno è considerato la stagione dell'influenza per eccellenza: l'abbassamento delle temperature e, per certi versi, il tempo trascorso in ambienti sempre più chiusi rappresentano una minaccia per il nostro sistema immunitario.

Come proteggerlo? Dieta, sonno e sport sono gli alleati per eccellenza della nostra salute durante tutto l'anno, ma soprattutto in questo periodo. 

Riprendendo le parole di Carlo Selmi - Responsabile di Reumatologia e Immunologia Clinica presso Humanitas, un forte sistema immunitario è lo specchio del benessere generale, e viceversa. Uno stile di vita sano, una dieta varia ed equilibrata, l'adozione di abitudini salutari come lo svolgimento di attività fisica in modo regolare, aiutano il sistema immunitario a lavorare in modo ottimale. 

Ogni stagione porta con sé una serie di malanni tipici che possono compromettere il nostro stato di salute. Tosse, raffreddore e febbre, comunemente associati all'influenza di stagione, colpiscono ogni anno una percentuale di popolazione compresa tra il 4% e il 12%. I responsabili principali sono: virus para-influenzali, adenovirus e rinovirus. 

Inutile ricordarlo, l'alimentazione gioca un ruolo fondamentale.

 

Zuppa di zucca

 

1. Consuma frutta e verdura di stagione

Patate, cipolle, mele, spinaci, funghi... sono tutti sapori tipici della stagione autunnale e invernale. Per rinforzare il proprio sistema immunitario è molto importante assumere cibi più sostanziosi per riscaldare il corpo e mantenere alti i livelli di energia e rinforzare il sistema immunitario. 

Radici, cereali e legumi sono ortaggi perfetti per affrontare il clima più freddo. Puoi mangiarli. Innamorarsi dei sapori di stagione è un ottimo modo per aumentare l'apporto nutrizionale consigliato in modo piacevole. Cibi come zucca, cavoli, cavoletti di Bruxelles, mirtilli e pere possono rivelarsi ottimi alleati

Un consiglio: se ti piacciono, sperimenta con spezie nutrienti come curcuma e cannella. 

L'alimentazione va bene, ma non basta. È necessario unirla ad una buona attività fisica su base regolare. Solo così potrai davvero prenderti cura della tua salute

 

2. Consuma frutta e verdura di stagione

Abbiamo parlato di alimentazione e prodotti di stagione, cosa dire invece della Vitamina C? Senza entrare troppo nel dettaglio (qui abbiamo parlato della Vitamina C con la Dott.ssa Rebecca Regnoli), gli alimenti che ne sono ricchi, dovrebbero essere consumati soprattutto durante il cambio di stagione. Lo yogurt, ad esempio, se consumato con regolarità può avere un effetto protettivo, rafforza la flora intestinale e il sistema immunitario. 

Quali altri alimenti puoi consumare? Salvia, pesce, nocciole, noci, melograni, mele e aglio sono decisamente consigliati.

 

benessere-alimentazione-estate-caldo.007

 

3. Bevi acqua tutti i giorni

Non possiamo parlare di alimentazione senza menzionare il consumo quotidiano di acqua. Liscia, frizzante o leggermente gasata, purché si beva. Presi dalle nostre attività quotidiane, spesso ci dimentichiamo di bere. È successo anche a te, vero? 

Il corpo usa l'acqua per tutto, ecco perché mantenersi idratati è fondamentale per mantenersi in salute: favorisce la digestione e l'eliminazione dei rifiuti, migliora l'elasticità della pelle e dei muscoli, consente la lubrificazione delle articolazioni, ... Potremmo andare avanti così per ore. 

Bere almeno 2 litri di acqua al giorno dovrebbe diventare la tua nuova abitudine. Se vuoi approfondire l'argomento, abbiamo parlato di questo tema all'articolo Bere acqua: le abitudini che fanno bene all'organismo.

 

Attività all'aperto autunno

 

4. Svolgi attività fisica su base regolare

Le giornate si accorciano, le temperature si abbassano e il richiamo del piumone si fa sempre più intenso man mano che trascorrono i giorni. Lo sappiamo bene, praticare sport in modo costante nei mesi più freddi non è facile e richiede uno sforzo in più. Iniziare la giornata con una sessione di esercizi, tuttavia, può aiutarti ad iniziare la tua giornata con una marcia in più. 

Mantenere uno stile di vita salutare, accompagnato dalle giuste abitudini alimentari, ti aiuterà a rinforzare il tuo sistema immunitario. Quindi, il nostro consiglio è: non lasciare che il cambio di stagione ti spaventi. 

Pianifica al meglio la tua giornata e prevedi almeno un'ora al giorno dedicata all'attività fisica, scegli tu quale e come in base alle tue preferenze. Anche una passeggiata all'aria aperta può aiutarti. Ricordati di proteggerti dagli sbalzi di temperatura coprendo con cura le zone più sensibili come la gola. 

Soprattutto nei mesi invernali, utilizza guanti, sciarpe e cappelli per proteggerti dal freddo, anche quando pratichi attività fisica. Un modo intelligente per proteggersi senza disperdere calore

 

Unisci alla nostra community su Facebook!

 

5. Dormire bene: i benefici per la salute

Il cambio di stagione può compromettere la qualità del nostro sonno: ritmi circadiani mutati possono essere conseguenza delle giornate che si accorciano e dei primi malanni di stagione. Perché? Quando il sole tramonta, il nostro corpo incrementa il livello di produzione di melatonina, un ormone che regola i nostri cicli sonno-veglia.

Un sonno irregolare può portar nel lungo periodo a veri e propri disturbi. Ognuno di noi ha bisogno di dormire un tot di ore a notte, ma dormire meno di sei/sette ore potrebbe compromettere la tua salute e indebolire il tuo sistema immunitario.  

 

Calice di vino in compagnia

 

6. Evita le abbuffate di cibo 

La qualità del nostro sonno può essere compromessa anche dalle nostre abitudini alimentari: consumo di alcool e abbuffate di cibo, soprattutto nell'orario serale possono sfalsare i nostri ritmi. Se da un lato evitare le abbuffate ci permette di mantenere sotto controllo la nostra forma fisica, dall'altro lato possono rendere il nostro sonno decisamente più movimentato.

Come fare? Distribuisci i pasti in modo ordinato nell'arco della giornata, limita il numero di aperitivi settimanali e cerca di non consumare troppe bevande alcoliche. 

 

Ultimo, ma non ultimo: acqua, mani e sapone. Non potevamo concludere questo articolo senza menzionare i nostri alleati più preziosi, soprattutto oggi. Presta attenzione a mantenere le mani pulite dopo aver utilizzato i mezzi pubblici, ma non solo. Prendi l'abitudine di disinfettare regolarmente le superfici come telefoni cellulari, tastiere e aree di contatto comuni come maniglie delle porte e portautensili.

Ricorda: è proprio attraverso le mani che rischiamo di portare i virus a noi poiché ci tocchiamo occhi, naso e bocca. Questi consigli possono tornarti utili, tuttavia ricordati sempre di consultare il medico in caso di bisogno. Solo lui saprà indicarti la strada più giusta. 

 

Entra a far parte della community ABC salute! 

 


iscrizione-community-ihealthyou-facebook