10' di lettura

Spesso possono comparire macchie rosse sulla pelle che possono riguardare una regione del corpo localizzata oppure espandersi in maniera diffusa quando l’eruzione cutanea si verifica su una zona più vasta. A seconda della loro causa, possono localizzarsi in vari punti del corpo, come viso, schiena, braccia, addome, gambe, o anche coprirlo interamente. Possono essere accompagnate o meno da prurito, bruciore, gonfiore, dolore, sensazione generale di fastidio o altri sintomi.

La presenza di macchie rosse può indicare sia un sintomo di un disturbo a un organo oppure rappresentare un problema strettamente collegato alla superficie della pelle. 

Le macchie non sono tutte uguali; possono presentarsi con diversi e variegati aspetti che le caratterizzano:

  • il tipo di lesione: per esempio, macule, papule, placche, noduli
  • la conformazione della lesione: lineari, anulari, erpetiformi (aspetto a grappolo delle lesioni)
  • la localizzazione e distribuzione: singole o multiple, simmetriche o asimmetriche
  • il colore: rosso vivo, rosso violaceo.

La formazione di macchie rosse sulla pelle può essere causata da molteplici patologie di entità più o meno grave.
Quando si presentano, quindi, è importante rivolgersi al proprio medico curante o al dermatologo che saprà identificarne il fattore scatenante e il trattamento più adeguato.

In questo articolo parleremo delle patologie più comuni che sono accompagnate da macchie rosse sulla pelle. 

1    Acne
2    Angioma
3    Allergie
4    Dermatite
5    Eritema
6    Lupus Erimatoso Sistemico
7    Petecchie
8    Rosacea
9    Morbillo
10  Varicella
11  Fonti

 

1. Acne

Caratteristica dell’età adolescenziale - ma può presentarsi anche in persone adulte - l’acne è la malattia della pelle più comune al mondo. Caratterizzata dalla comparsa di un’infiammazione con macchioline rosse sulla pelle che si sviluppano in brufoli e pustole. Questa patologia è dovuta all’iperattività delle ghiandole sebacee, all’ostruzione dei pori della pelle e alla loro infiammazione. Nella maggior parte dei casi l’acne è causata da squilibri ormonali. Nei casi più gravi può portare all’ipercheratosi, ossia a un ispessimento dello strato corneo della pelle. Oggi esistono diversi trattamenti per gestire l'acne anche perchè può avere un impatto psicologico importante e ridurre l'autostima. Per le pazienti di sesso femminile la pillola anticoncezionale può essere una valida opzione, anche in associazione all’antibiotico. Il suggerimento è quello di rivolgersi al medico curante o allo specialista in dermatologia.

 

Primo piano di un viso con acne

 

2. Angioma

In generale, nei neonati compare una macchia singola di color rosso acceso sulla testa o sul collo che scompare dopo qualche settimana, mentre negli adulti si manifesta sotto forma di piccole macchie rosse sulla pelle che possono mutare in papule provocando fastidio e prurito. Deriva da anomalie vascolari. La forma di angioma detto rubino o senile si manifesta con delle macchioline rosso acceso, colore dovuto ai tanti capillari sottocutanei, che possono poi divenire come dei nevi solidi.

 

Primo piano della schiena di un bambino con angioma

 

3. Allergie

La comparsa di macchiette rosse può essere sintomo di una reazione cutanea ad alcuni allergeni ingeriti o inalati, oppure ancora con cui la pelle è entrata in contatto. Di solito in questi casi le macchie sono caratterizzate da prurito.

 

4. Dermatite

Il significato della parola "dermatite" è infiammazione della pelle. Tuttavia, nella dermatologia clinica la dermatite viene utilizzata per descrivere una varietà di diverse condizioni della pelle che condividono lo stesso modello di reazione infiammatoria con manifestazioni cliniche simili. 

  • Dermatite atopica (DA): o eczema atopico è una sindrome caratterizzata da una dermatite pruriginosa, a decorso cronico-recidivante, con distribuzione tipica delle lesioni a seconda dell’età e, sul piano biologico, da un difetto di barriera e da iperreattività cutanea. Frequentemente interessa pazienti con una storia personale o familiare di atopia2. La DA è una delle più comuni dermatosi con una prevalenza del 2-5% nella popolazione generale e fino al 10-20% nei bambini. Il trattamento dipende dalla gravità della malattia, e comprende cortisonici, topici e orali, antistaminici e immunosoppressori nelle forme gravi.
  • Da contatto: provocata dalla reazione della cute al contatto con sostanze urticanti o allergeni.
  • Dermatite solare: provocata da un’ipersensibilità della pelle ai raggi solari, soprattutto nelle ore più calde del giorno. 
  • Da sudore: scatenata dall’ostruzione delle ghiandole sudoripare.
  • Seborroica: solitamente provocata dalla presenza di un fungo della pelle. I sintomi che ne derivano vanno dai più lievi, quali chiazze rosse (eritemi) e forfora, ai più gravi, come le croste. Questo tipo di dermatite riguarda in particolar modo il cuoio capelluto e il volto, dove gli strati superficiali dell’epidermide possono formare squame. Sia adulti che bambini possono soffrire di dermatite seborroica, i fattori scatenanti infatti sono molteplici: ormoni, stress, predisposizione genetica, ambiente ostile
  • Erpetiforme: con comparsa quindi di lesioni che ricordano quelle da herpes virus. In genere, ha una correlazione con l’intolleranza al glutine e con la celiachia
  • Da stress: la dermatite compare nei momenti in cui l’organismo è sottoposto a una forte dose di stress che ne altera l’equilibrio. Solitamente colpisce il collo e il volto, le mani ma anche i piedi, con macchie rosse, secche e pruriginose, che provocano bruciore e fastidio.

Medico osserva il braccio di un paziente con dermatite atopica

 

 

5. Eritema

L'eritema è una lesione della pelle, dovuta a un processo infiammatorio, che rientra nelle forme di allergia cutanea, che si manifesta con arrossamenti o pruriti generati dall'esposizione al sole (scottature solari). L'infiammazione, tipica dell'eritema, è causata dalla vasodilatazione (aumento del calibro dei vasi sanguigni) dei capillari sottocutanei. I margini dell'eritema possono essere netti o sfumati, con chiazze più o meno estese sulla superficie del corpo.
Si manifesta dopo una protratta esposizione ai raggi solari, pertanto è bene ricordarsi l’importanza di una adeguata protezione anche mediante l’uso di creme solari. Leggi di più.

 

6. Lupus erimatoso sistemico

Il lupus eritematoso sistemico è una malattia infiammatoria cronica, multisistemica, di natura autoimmune, che insorge prevalentemente in donne giovani. Tra le manifestazioni comuni si possono includere anche le eruzioni cutanee: tipico è il rash cutaneo a farfalla (piano o in rilievo) che generalmente risparmia le pliche nasolabiali. Un rash cutaneo è un cambiamento del colore e dell'aspetto della pelle associato a un'irritazione o un rigonfiamento della pelle, che si può associare a diverse malattie, anche sistemiche. Possono comparire altre lesioni simili a quelle dell’eritema e in rilievo rispetto alla pelle circostante (dette lesioni maculopapulari) in ogni sede, incluse le regioni esposte di volto e collo, torace superiore e gomiti. 

 

Primo piano del viso di un uomo con rash cutaneo a causa della LES

 

7. Petecchie  

Se le macchie sono piccole macchioline sulla pelle, solitamente sotto i 3 millimetri, e tendono al rosso violaceo, si tratta di petecchie, causate dalla rottura di capillari sottopelle solitamente per un eccesso di sole, o microtraumi, che si manifestano con macchie rosse sulle gambe e sulle braccia. Quelle sul corpo potrebbero dipendere da un deficit di vitamina K e da patologie relative alla capacità di coagulazione del sangue quali emofilia, lupus eritematoso o leucemia.
Le petecchie possono anche manifestarsi in caso di meningite batterica causata dal meningococco; in questo caso, sono presenti anche altri sintomi come febbre alta, rigidità nucale, vomito, ipersensibilità alla luce. 
Per approfondire questo aspetto e in generale la meningite, è disponibile un articolo dedicato.

 

ihealthyou-community-salute

 

8. Rosacea

La rosacea è una malattia cronica della pelle che si manifesta solitamente con macchie rosse sul viso - in particolare su naso, guance e mentosensazione di calore, gonfiore della pelle e del naso e la comparsa di capillari dilatati e pustole.

Nella gran parte dei casi la rosacea colpisce pazienti di età compresa tra 30 e 50 anni a carnagione chiara. La terapia è sintomatica, non risolutiva, con antibiotici o con l’associazione metronidazolo topico e/o acido azelaico che potenziano l’efficacia se abbinati della terapia antibiotica sistemica.

 

Primo piano del viso di una donna con rosacea

 

9. Morbillo

Il morbillo è una malattia infettiva causata da un virus del genere morbillivirus (famiglia dei Paramyxoviridae). L’incidenza del morbillo è molto modesta grazie all’introduzione della specifica vaccinazione. Colpisce soprattutto bambini della prima e seconda infanzia. È una malattia molto contagiosa che colpisce spesso i bambini tra 1 e 3 anni, caratterizzata da un’eruzione cutanea caratteristica (esantema), composta di piccoli punti rosso vivo, prima dietro le orecchie e sul viso, e poi su tutto il resto del corpo. L’eruzione dura da 4 a 7 giorni, l’esantema scompare a cominciare dal collo. 

 

Bambino con morbillo viene visitato dal medico

 

10. Varicella 

La varicella è un'infezione acuta, sistemica, solitamente dell'età pediatrica, causata dal virus varicella-zoster (virus herpes zoster 3). Abitualmente inizia con sintomi generali lievi seguiti, dopo un breve periodo, da macchie cutanee che si presentano a gittate (gruppi), caratterizzate da macule, papule, vescicole e croste. Pazienti a rischio di grave danno neurologico o altre complicanze sistemiche (p. es., polmonite) sono gli adulti, i neonati, e i pazienti immunocompromessi o affetti da alcune patologie sottostanti.

 

Bambina con macchie cutanee rosse sul viso a causa della varicella

 

 

Altre manifestazioni cutanee possono essere causate da agenti infettivi o infiammazione o deficit immunitari.

Non perdere i prossimi articoli e rimani sempre aggiornato su nuovi argomenti in ambito salute e benessere.

 

 

Fonti

Benedetti J. Descrizione delle lesioni cutanee. Manuale MSD. (Data ultimo accesso 23.09.2021).

2  Linee guida e raccomandazioni SiDeMaST - Società Italiana di Dermatologia medica, chirurgica, estetica e delle Malattie Sessualmente. 2011, Pacini Editore Medicina.

ADOI. (Data ultimo accesso 18.09.2021).

4  ISSalute.(Data ultimo accesso 23.09.2021).

5  Nevares AM. Lupus eritematoso sistemico (LES). Manuale MSD. (Data ultimo accesso 23.09.2021).


Chiara Mossali
Autore

Chiara Mossali

Medical writer e consulente in ambito healthcare. Laureata in Biotecnologie. Esperienza nell’ambito della ricerca di laboratorio e nella ricerca clinica. Da circa 10 anni mi occupo di comunicazione e consulenza nel settore healthcare curando progetti e contenuti per medici e pazienti.